Glossary: Glossario Cyberpunk

Cyberpunk
Il Cyberpunk è una corrente letteraria e artistica nata nella prima metà degli anni '80, prevalentemente nell'ambito della fantascienza. I fondatori vengono comunemente considerati William Gibson, per i racconti e romanzi fortemente innovativi e caratteristici dal punto di vista stilistico e delle tematiche, e Bruce Sterling, per averne scritto il manifesto poetico-politico Manifesto della nuova fantascienza. Bruce Sterling ha definito il cyberpunk come "l'integrazione del mondo high tech e della cultura pop, specialmente nel suo aspetto underground". Si ritiene comunemente che il termine cyberpunk sia stato coniato dal critico Gardner Dozois. Bruce Sterling, Rudy Rucker, Lewis Shiner, John Shirley e altri scrittori avevano però preferito chiamarsi Mirrorshades Movement (movimento degli occhiali a specchio). Bruce Bethke ha invece dichiarato di aver coniato personalmente il termine all'inizio degli anni Ottanta. Il nome del racconto che lui aveva scritto in quel periodo era appunto Cyberpunk!. Bruce Bethke inoltre afferma che Gardner Dozois insisterebbe di non aver inventato il termine, quanto di averlo popolarizzato (Dozois avrebbe detto in privato a Bethke di aver preso il termine in giro, verso l'inizio degli anni Ottanta). Secondo alcuni autori (tra cui Gibson stesso) il cyberpunk non fu mai un vero e proprio movimento, quanto piuttosto una sensibilità comune ad alcuni autori, identificabili in quelli raccolti nella prima antologia del cyberpunk intitolata Mirrorshades (1986). Secondo costoro e significativa parte della critica il cyberpunk, almeno in quanto corrente d'avanguardia, si può considerare concluso già alla metà degli anni Ottanta. Il suo successo in seguito avrebbe spinto molti altri autori a sfruttarne le tematiche, anche per scopi commerciali, favorendo appunto la nascita di un nuovo genere. In ogni caso la sua crescente popolarità tra lettori ed autori ha reso ormai stabilmente il cyberpunk un importante sottogenere della letteratura fantascientifica, con forti influenze estetiche sul cinema, sul fumetto e più in generale sulla cultura mediatica. Anticipato e prefigurato sotto certi aspetti nelle opere di Philip K. Dick, all'aspetto tecnologico tipico della fantascienza il cyberpunk aggiunge una forte connotazione politica e sociale. I romanzi cyberpunk sono ambientati in un futuro prossimo (intorno al 2020), in un mondo decadente e ipertecnologico dominato dalle grandi multinazionali commerciali, le Zaibatsu, spalleggiate dalla Yakuza, la potente mafia nipponica. I protagonisti, in genere degli hacker, sono in costante fuga da questa cupa realtà e trovano la loro ragion d'essere in un mondo virtuale parallelo, il cyberspazio, teatro delle loro battaglie. Lo stile narrativo è caratterizzato dall'apparente assenza di un intreccio ben definito - il racconto si concentra sulle azioni dei personaggi - e dall'uso di un linguaggio barocco che mischia tecnicismi informatici ed espressioni gergali della strada, molto difficile da rendere in una traduzione.
da: Wikipedia:Cyberpunk
Lemma del Glossario rilasciato sotto licenza GFDL See also: Zaibatsu
A.A.A.
Anti-aircraft artillery. Artiglieria anti-aerea
ACE KOOL - (gang slang)
Migliore amico.
Cyberspace
Un termine coniato probabilmente da Gibson, nelle sue prime opere. fusione di Cyber+space.
GUI
Graphic User Interface.L'interfaccia Grafica dell'utente è presente in tutti i sistemi di generazione moderna. Sono le finestre, le icone, i puntatori.
Matrice (or. Matrix)
"Il Cyberspazio

, un allucinazione collettiva, assaporata ogni giorno da bilioni di operatori autorizzati, in ogni nazione, e da concetti matematici da poco nati dal pensiero... Una rappresentazione astratta di dati dalle banche informatiche di ogni computer del sistema umano. Complesità inimmaginabile. Linee di luce lanciate nel non-spazio della mente, galessie e costellazioni di dati." "Cyberspace. A consensual hallucination experienced daily by billions of legitimate operators, in every nation, by children being taught mathematical concepts... A graphic representation of data abstracted from the banks of every computer in the human system. Unthinkable complexity. Lines of light ranged in the nonspace of the mind, clusters and constellations of data." -William Gibson in "Neuromancer"

In alcuni passi di Neuromancer viene anche definita come una "scacchiera 3-D" o una "una rappresentazione astratta delle relazioni tra dati e sistemi"

Rete
Vedi Matrice.
Yeheyuan Filters
Marca di sigarette nei Romanzi di Gibson
Zaibatsu
Termine colloquiale usato per riferirsi alle più grandi Corporazioni Multinazionali.See also: Cyberpunk
Zion
1- città orbitale. Stazione spaziale. Dei Rastafari 2- Paradiso